OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA

Per definire un olio di oliva extra vergine occorre considerare il contenuto di acidi grassi liberi presenti nello stesso. Questo contenuto indica un parametro conosciuto come acidità dell’olio. La categoria degli extravergine comprende solo oli che hanno un contenuto di acidi grassi non maggiore di 0,8 g per 100 g. Ovviamente questo parametro varia di anno in anno, condizionato fortemente dalle condizioni meteorologiche, presenza di malattie e attacchi di parassiti durante il ciclo e così via. Nondimeno offriamo ogni anno un olio che non supera mai lo 0,5 di acidità.

Cultivar

Tra le varietà dell’Olea europaea (L., 1753) l’Ogliarola garganica è una variante endemica, diffusa quindi esclusivamente nel territorio dello Sperone, ottenuta in tempi antichi attraverso l’allevamento degli ulivi selvaggi che crescevano spontanei ovunque. Le sue rese sono mediamente alte, non raramente superano il 20%.

Il fruttato, cioè l’insieme di tutte le percezioni sensoriali che nel sapore evocano il frutto colto al momento giusto, è delicato-intenso, amaro e moderatamente piccante, con aroma predominante di mandorla e lievi note di foglia e carciofo.

© Olio Biscotti - C.da Coppitella - 71019 Vieste (FG)
Open chat